Perché i corsi di marketing odontoiatrico non servono a niente?

Straordinaria scoperta dell’Università di Igea Marina: Identificato il motivo principale per cui I corsi di marketing odontoiatrico non servono ad un beneamato cazzo

Se anche tu sei stato catapultato all’Interno di un corso di marketing odontoiatrico nel quale l’unica cosa che hai capito è stata quella, che se vuoi approfondire certi argomenti, piuttosto che altri avresti dovuto per forza iscriverti ad un altro corso o aderire ad una consulenza privata … quindi per “accedere ai segreti nascosti del maestro” sganciare altri schei …

… mi dispiace dirtelo, ma I tromboni sono riusciti a fotterti i soldi per l’ennesima volta.

Un formatore serio (in Italia si contano sulle dita di una mano), non si metterebbe mai a fare delle pagliacciate solo per venderti “il percorso che cambierà la tua vita per sempre”, raccontandoti squallide buffonate e spingendo offerte fantasma.

Questi sono “gli ex venditori di bulloni e di pezzi di ricambio per le officine meccaniche” oggi esperti in marketing odontoiatrico.

Nella formazione fatta in un certo modo non esistono materiali “segreti”.

Esiste sempre lo stesso identico concetto ma con un’esposizione prolungata che ne rende la comprensione più profonda, ne facilità l’applicazione e personalizza i dettagli. Punto.

Chi partecipa normalmente è una persona già informato e consapevole, di conseguenza non ha bisogno di sentirsi proclamare offerte mediocri e insignificanti promozioni.

E te lo dice uno che campa tenendo dei corsi.

Partiamo dal presupposto che non esiste al mondo un corso che dopo 2/3 giorni di teoria, possa cambiare l’andamento di una struttura odontoiatrica.

Per applicare e mettere in pratica tutto quanto studiato, letto, sentito e annotato sul tuo block notes durante il programma (sempre se valido), le possibilità che hai sono esattamente tre:

  • sviluppare le competenze necessarie per farlo – il relatore ci ha messo anni per imparare tutto quello che tu credi di poter fare in due giorni, quindi la questione diventa strettamente legata al tempo, al denaro e alla voglia di rimettersi in gioco – cosa non esattamente alla portata di tutti;
  • dire che nulla funzioni più;
  • delegare e pagare qualcuno che è in grado di farlo per te.

Per non parlare delle altissime percentuali di dentisti che si avvalgono della secolare tradizione italionica: “PROCRASTINARE”.

Se dovessimo ipotizzare che:

  • tutti I contenuti del corso sono di gran valore;
  • tu riuscirai a fare tutto da solo (cosa non impossibile, ma poco probabile) …

… comunque sarai costretto a piegarti davanti ad uno sconvolgimento in generale dovuto ad un’immobilizzazione temporanea dell’erogazione di tutti I servizi, quindi subire anche delle perdite economiche.

Per l’ennesima volta saremo di fronte alla certezza contro l’incognito, ma comunque vadano le cose, l’applicazione di un valido sistema di marketing odontoiatrico è un processo che richiede:

  • tempo;
  • impegno;
  • denaro;
  • costanza;
  • sacrifici;
  • delusioni;
  • pazienza.

E non esistono scorciatoie.

Se non sei convinto che “il dopo sarà molto migliore di prima” … è meglio che lasci perdere.

Il vero lavoro inizia laddove termina un corso di formazione.

Praticamente non c’è mai una vera e propria fine.

Ci saranno sempre novità, aggiornamenti ed espansioni sull’orizzonte, quindi dovrai continuare a studiare, a formarti e ad applicarti con costanza e impegno.

Sei disposto a farlo?

Oppure hai pensato che una volta aver frequentato un corso sarebbe arrivata la fatina dei dentini a avrebbe trasformato il tuo studio da un brutto anatroccolo” in “un meraviglioso e stupendo cigno”?

Ho una brutta e una bella notizia per te: iniziamo con la brutta così dopo ti riprendi con quella bella.

Se tutto fosse questione di frequentare un corso … probabilmente saremo diventati tutti miliardari, ma effettivamente non è così, visto e considerato la realtà che ci circonda.

La bella notizia è che tutto quello che in un corso serio ti ha fatto intravedere la luce nel tunnel c’è qualcuno che lo può fare:

  • più velocemente di te;
  • meglio di te;
  • a minor costo di te.

È la famosa esposizione prolungata che ne rende la comprensione più profonda, ne facilità l’applicazione e personalizza i dettagli.

In USA si chiama “do it for you”, in Italia invece sarebbe “chiavi in mano”, ma non voglio utilizzare questa espressione perché già abbastanza sputtanata.

Attenzione però, tutto questo si può fare solo al patto che tu ti sia recato a seguire il tuo corso da uno dei “BIG” (non più di 3 in Italia che sono anche i miei maestri e mia continua fonte di ispirazione) e non dagli “ex trafficanti di rucola all’ingrosso al mercato rurale di San Benedetto del Tronto”.

Voglio confidare che tu abbia frequentato l’ambiente giusto ed è una circostanza che scopriremo molto facilmente.

Se fosse così, prenderai in seria considerazione tutto ciò che ti sto dicendo, per il semplice motivo di aver capito come funziona veramente il marketing odontoiatrico, quindi:

  • fai tutto da solo – ti avviso che è un bagno di sangue;
  • ti rivolgi di nuovo al “BIG” – se sei veramente andato da uno di loro (e sarà anche il tuo modo per scoprirlo), siamo in un range da 20.000,00 a 30.000,00 euro per applicazione, personalizzazione e estensione degli argomenti attraverso una serie di consulenze private;
  • vieni dal sottoscritto.

Non esistono altre soluzioni.

E se nessuno di questi 3 punti è attuabile … arriva un’altra brutta notizia: ti sei rivolto di nuovo a qualche ciarlatano/ex venditore di contratti telefonici o energie rinnovabili…

Ovviamente, mi auguro di no, ma proprio qui è che sta la differenza tra un corso di merda e l’eccellenza.

1. il primo ti inculca l’idea che da lunedì saresti già in grado di cambiare completamente la tua vita professionale, personale e le sorti del tuo studio dentistico (non si sa come, ma molto probabilmente attraverso la legge dell’attrazione e i libri come “The Secret”).

2. il secondo invece ti lascia nel dubbio che è stata veramente tanta roba, che bisogna starci dietro, studiare ancora, applicare in continuazione, testare le strategie e se necessario cambiare di nuovo.

E’ qui capisci che è una cosa seria e che come tutte le cose serie richiede impegno, costanza, tempo e denaro.

Ora, arrivati fin qui, non aspettarti che ti chieda adesioni, iscrizioni o quant’altro.

Se appartieni al primo gruppo, ti sarei veramente grato se non mi contatti. Non potrei mai essere il tuo uomo.

Anzi, torna pure dai tromboni e chiedigli il rimborso e poi ne riparliamo.

Se invece appartieni al secondo (cosa assai probabile visto che stai leggendo questa lettera) o addirittura al terzo polo: quello degli indecisi, potrai trovarmi cliccando qui sotto

Il Dentista Editorialista – il sistema di marketing automatico per odontoiatri

Ed io sarò ad aspettarti dall’altra parte della barricata.

Un’abbraccio!

Vasco Bostanov – autore de Il Dentista Editorialista®